Notizia

DL crescita 34/2019: contributi ai comuni per efficientamento energetico e sviluppo territoriale

16/03/2020

C’è tempo fino al 30 giugno 2020 per eseguire i lavori di realizzazione di opere pubbliche di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile a cura dei Comuni, termine in prima fase fissato al 31 ottobre 2019 e poi prorogato al 31 dicembre 2019.

Una nuova riapertura dei termini, quella introdotta in sede di conversione di legge del decreto legge milleproroghe, che differisce al 30 giugno 2020 la data di esecuzione dei lavori dei Comuni beneficiari dei contributi per efficientamento energetico e sviluppo territoriale, ai sensi del comma 8-ter dell’articolo 1 della legge 28 febbraio 2020, n. 8.

Criteri di accesso
La norma specifica che il differimento del termine previsto si applica ai Comuni che non hanno potuto provvedere alla consegna dei lavori entro il termine fissato al 31 ottobre 2019, per fatti non imputabili all'amministrazione. Per accedere al contributo i Comuni devono presentare una apposita istanza soltanto a seguito dell’avvio delle opere.

Sono 500 mln di euro, da distribuire per gli anni 2019 e 2020, le risorse assegnate dal DL crescita 34/2019 articolo 30, a valere sul fondo sviluppo e coesione, ai Comuni in funzione del numero dei residenti, che realizzano progetti di investimento nel campo della sostenibilità ambientale.

I template per la richiesta dei CUP
Le richieste del contributo presentate dai Comuni per questi interventi devono contenere informazioni coerenti con quelle indicate nei corredi informativi dei diversi Codice Unico di Progetto ad essi associati. 

Per agevolare la richiesta dei CUP, i Comuni titolari possono accedere alla procedura semplificata tramite i Template predisposti per tipologia di intervento:abbattimento barriere architettoniche, efficientamento energetico, nuova realizzazione, manutenzione straordinaria disponibile sul sistema CUP.

Per approfondire