Notizia

OpenCUP, chiusi 14 mila Codici Unici di Progetto

26/03/2020

Operazione chiusura CUP” quella avviata su circa 14 mila Codici Unici di Progetto su un campione di 100 enti per aumentare la coerenza e l’affidabilità delle informazioni registrate dai Soggetti titolari nell’Anagrafe italiana dei progetti di investimento pubblico, condotta dalla Struttura di supporto e il team OpenCUP operativi presso il Dipartimento per la programmazione e il coordinamento della politica economica.

A progetto concluso, di norma, quando sono stati pagati tutti i fornitori ed erogate tutte le risorse pubbliche previste, le amministrazioni e gli enti titolari provvedono alla chiusura del CUP, determinandone il passaggio di stato in banca dati da Attivo a Chiuso. Un’operazione che tuttora viene praticata con una bassa percentuale: su un totale di oltre 5,8 milioni di CUP riferiti a tutte le nature (lavori, incentivi, fondi di garanzia, beni e servizi etc..), solo il 20% risulta chiuso.  

Concentrando l’analisi sulle singole nature di progetto, si osserva una percentuale molto bassa degli incentivi che risultano conclusi: sono solo l’11%  su un totale di 2 milioni di progetti, mentre i lavori pubblici registrano una percentuale più avanzata, con la metà dei progetti - 49% - in stato Chiuso.

La chiusura massiva ha interessato CUP generati nel periodo 2003-2010 che non risultano presenti all’interno di nessun mandato di pagamento SIOPE oppure non associati a nessun Codice Identificativo di Gara - CIG.

Avere un'informazione aggiornata sullo stato di chiusura del CUP, significa conoscere i tempi di velocità di spesa di un progetto ed evitare che queste chiavi identificative permangano nei sistemi di monitoraggio, che dialogano in cooperazione applicativa con il sistema CUP: dalla BDAP, la banca dati delle Amministrazioni pubbliche al MOP, il monitoraggio opere pubbliche.

La pubblicazione dei dati in formato aperto su OpenCUP, e più in generale la logica degli open data, oltre a stimolare il riuso dei dati, ha lo scopo di innescare una consapevolezza e attenzione maggiori nel far circolare dati e informazioni di qualità che vanno a confluire nei diversi sistemi legati al controllo delle risorse pubbliche, concorrendo a costruire un patrimonio comune attendibile e coerente.

Per sensibilizzare e responsabilizzare le amministrazioni e gli enti che ricoprono un ruolo strategico nella compilazione dei dati richiesti dai vari sistemi che si occupano della spesa pubblica, OpenCUP propone il focus sulle amministrazioni più virtuose che completano tutto il ciclo di vita del CUP, ricorrendo alla chiusura nel sistema CUP.

Al Ministero dei beni delle attività culturali e del turismo MIBACT va il primo posto del podio in qualità di Amministrazione Titolare di progetti di lavori pubblici che svolge con completezza l’attività di chiusura CUP, operazione che deve essere effettuata dai soggetti titolari stessi.

Sul campo degli incentivi la prima posizione è ricoperta dalla Camera di commercio di Brescia seguita da Invitalia, l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa.

Scarica le due infografiche a tema LLPP e Incentivi per approfondire le amministrazioni più virtuose e la percentuale di chiusura dei CUP.