Indietro

Piano nazionale interventi nel settore idrico 2020-2029: online i template per la richiesta del CUP

 

Notizia

Piano nazionale interventi nel settore idrico 2020-2029: online i template per la richiesta del CUP

22/02/2021

Disponibili i modelli (Template) di generazione guidata del Codice CUP e le istruzioni operative per una guida al loro utilizzo, relativi ai progetti di investimento pubblico del Piano nazionale del settore idrico per la programmazione 2020-2029 realizzati dal DIPE in collaborazione con Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporto (DG per le dighe e le infrastrutture idriche ed elettriche) e con l’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico (ARERA).

Tra gli interventi programmati dal piano rientrano:

- per la sezione invasi: il completamento di grandi dighe esistenti o incompiute, recuperare e ampliare la capacità di invaso e di miglioramento della tenuta delle grandi dighe e alla messa in sicurezza di derivazioni idriche prioritarie per rilevanti bacini di utenza, con priorità per le opere in zone di elevata sismicità e/o a elevato rischio idrogeologico;

- per la sezione acquedotti il piano prevede interventi finalizzati al raggiungimento di adeguati livelli di qualità tecnica, al recupero e ampliamento della tenuta e del trasporto della risorsa idrica e alla diffusione di strumenti mirati al risparmio di acqua negli usi agricoli, industriali e civili.

Il Piano nazionale degli interventi nel settore Idrico
Istituito nel 2018 con la legge di Bilancio (n.205/2017), il piano nazionale del settore idrico ha visto la sua attuazione in due programmi: Piano straordinario e 1° Stralcio del Piano invasi per un importo di circa 590 milioni di euro. A tre anni dall’iniziativa è stato messo a punto un processo di programmazione da attivare con le risorse 2020-2029.

La nuova programmazione 2020-2029:
Le risorse messe a disposizione dal Governo con legge di Bilancio per il 2019 (Legge 145/2018, art. 1 comma 155,) autorizzano una spesa di 100 milioni di euro annui dal 2019 al 2028, di cui 60 milioni di euro annui per la sezione invasi con l’obiettivo di attuare il primo stralcio del Piano nazionale idrico e di finanziare la progettazione di interventi considerati strategici nel medesimo piano.  
Lo strumento che guida la formazione del piano è costituito dal Decreto del MIT n. 345/2019 che stabilisce gli indicatori di valutazione degli interventi e definisce i criteri di ripartizione delle risorse finanziare del Piano nazionale.

Istruzioni per la compilazione del Template
All’interno del Sistema CUP, al servizio di generazione guidata, i soggetti attuatori possono selezionare i template per gli interventi di loro interesse e visualizzare così già precompilate tutte le info sulla classificazione del progetto, sullo strumento di programmazione e le indicazioni specifiche della loro iniziativa/progetto, di aiuto alla compilazione dei campi del corredo informativo.

I Template disponibili sono 

1 - PROGETTAZIONE: se l’intervento si riferisce alla sola progettazione

2 - MTZ STRAORDINARIA: se l’intervento si riferisce alla realizzazione di lavori relativi alla manutenzione straordinaria, compresa la messa in sicurezza, ed eventualmente anche al servizio di progettazione

2 - NUOVA REALIZZAZIONE: se l’intervento si riferisce alla realizzazione di nuove infrastrutture ed eventualmente anche al servizio di progettazione

Per saperne di più 

Per acquisire il CUP